Come riparare un disco rigido da soli

  1. Opzione 1: settori danneggiati
  2. Opzione 2: Windows non vede il disco rigido
  3. Opzione 3: il disco fisso non viene visualizzato nel BIOS
  4. Opzione 4: Il disco rigido bussa quando si lavora
  5. Opzione 5: suoni strani
  6. Opzione 6: il disco rigido è lento

HDD o hard disk hanno un basso livello di stabilità, quindi non sono assicurati contro i danni

HDD o hard disk hanno un basso livello di stabilità, quindi non sono assicurati contro i danni. Di solito, un disco rigido si rompe dai danni meccanici (non conformità con le temperature di esercizio, agitazione, ecc.). Ma alcuni problemi con l'unità, l'utente è in grado di risolvere da soli, senza fare riferimento a uno specialista.

Indipendentemente, è possibile correggere solo i problemi di natura di programma o problemi fisici minori, ad esempio la disconnessione accidentale del cavo di collegamento con la scheda madre.

Se il problema è più serio, ripararlo da solo non funzionerà. Il prezzo dei servizi dei centri di servizio dipenderà direttamente dalla politica dei prezzi del servizio e dalla complessità del guasto. È più ragionevole acquistare una nuova unità piuttosto che provare a riposare quella vecchia (l'eccezione potrebbe essere il disco su cui sono memorizzate informazioni molto importanti). Dovrebbe essere chiaro che il centro di assistenza non garantisce la totale sicurezza dei dati.

A condizione che se si dispone di una garanzia per il disco rigido o il computer stesso, è possibile provare a richiedere il servizio di garanzia o sostituire il disco danneggiato. Possono rifiutarti solo se riescono a dimostrare che il disco non è riuscito a causa della tua colpa.
A volte capita che non è possibile eseguire determinate operazioni con i dati sul disco, ma è possibile copiarli su un altro supporto. Non essere pigro per approfittare di questa opportunità, può aiutare a salvare i tuoi dati.

Opzione 1: settori danneggiati

Opzione 1: settori danneggiati

I dischi possono funzionare con settori danneggiati, ma allo stesso tempo inizierai a notare alcune stranezze nel lavoro, ad esempio:

  • Durante l'esecuzione anche dei compiti più primitivi del sistema, tutto è molto "lento";
  • File e cartelle vengono cancellati da soli. Inoltre, spesso si devono affrontare errori sul fatto che uno o un altro file che si trova sul disco del problema è danneggiato;
  • Il sistema smette di vedere l'hard disk per un po 'di tempo.

In questo caso, l'opzione più innocua sono i guasti del software, che possono essere causati da virus o software incompatibile. Per eliminare tali errori, sarà sufficiente avviare un'utilità speciale utilizzando la "Riga di comando", che analizzerà il computer e, se possibile, eliminerà gli errori rilevati. Le istruzioni per l'esecuzione dell'utilità sono le seguenti:

  1. Avvia la Console in qualsiasi modo conveniente per te. Ad esempio, è possibile utilizzare il menu speciale, che è causato dalla combinazione di tasti Win + X. Dovrà trovare la voce "Riga di comando (amministratore)" .
  2. Dovrà trovare la voce Riga di comando (amministratore)

  3. Immettere: sfc \ scannow

    E premi Invio per usare il comando.

  4. Immettere: sfc \ scannow   E premi Invio per usare il comando

  5. Attendere il completamento della scansione. Alla fine vedrai un rapporto.

A condizione che se il problema si trova nel danno fisico ai settori del disco, allora dovrà essere consegnato per la riparazione o essere sostituito (il secondo è raccomandato). I dati possono essere trasferiti su un altro disco rigido o unità SSD.

Vedi anche:
Come trasferire Windows 10 da HDD a SSD
Come installare SSD

Opzione 2: Windows non vede il disco rigido

Il sistema operativo potrebbe non vedere il disco per i seguenti motivi:

  • Il disco non ha una lettera. Ad esempio, A, B, C, ecc. In questo caso, è necessario formattare il disco rigido. Se sono stati registrati dati sul supporto, è possibile ripristinarli utilizzando un software speciale;
  • Il formato del disco è RAW. In questo caso, dovrà anche essere formattato, ma dovrà essere eseguito secondo un'istruzione speciale, che è inferiore;
  • Se il disco rigido viene acquistato solo, molto probabilmente non è stato inizializzato correttamente dal sistema operativo. Le istruzioni per l'inizializzazione saranno inferiori.

Quindi, considera come convertire il formato RAW in NFTS o FAT32:

  1. Inizialmente, sarà necessario preparare un'unità flash con l'immagine del sistema operativo installato. Come creare un'unità flash avviabile, vedere questo collegamento.
  2. Poiché il disco non è visualizzato nel sistema operativo, dovrà essere formattato tramite il BIOS. Riavvia il computer e accedi al BIOS. Di regola, F2 o Delete sono responsabili dell'input, ma è possibile utilizzare altri tasti da F2 a F12 . Il tasto deve essere premuto fino a quando appare il logo di Windows.
  3. Ulteriori azioni dipendono dalla versione del BIOS. Nella maggior parte dei casi, dovrai trovare la scheda "Avvio" , che si trova nel menu in alto o al centro dello schermo.
  4. Qui, utilizzare i tasti freccia e Invio per selezionare "1a priorità di avvio" .
  5. Qui, utilizzare i tasti freccia e Invio per selezionare 1a priorità di avvio

  6. Si apre un menu in cui è necessario selezionare l'unità flash.
  7. Fare clic su F10 o selezionare "Salva ed esci" .
  8. Il computer verrà riavviato e verrà visualizzata la finestra di Windows Installer. Seleziona una lingua e il layout della tastiera.
  9. Ora fai clic su "Ripristino configurazione di sistema" , che può essere trovato nella parte inferiore sinistra della finestra.
  10. Ora fai clic su Ripristino configurazione di sistema , che può essere trovato nella parte inferiore sinistra della finestra

  11. La finestra di ripristino si aprirà, dove è necessario fallire nella "Riga di comando" .
  12. La finestra di ripristino si aprirà, dove è necessario fallire nella Riga di comando

  13. Immettere questo comando: wmic logicaldisk get deviceid, volumename, size, description

    E premi Invio per applicare.

  14. Immettere questo comando: wmic logicaldisk get deviceid, volumename, size, description   E premi Invio per applicare

  15. Tutte le informazioni sui dischi verranno visualizzate nella Console: dimensioni, file system, ecc. Trova l'unità desiderata sarà facile, come nel titolo apparirà "RAW" .
  16. Ora digitare il comando: format / FS: NTFS X: / q

    Dove "X" è necessario specificare la lettera di unità con il file system RAW. Per usare premi Invio . In questo caso, il file system del disco verrà modificato in NFTS. Se è necessario passare a FAT, utilizzare questo comando: format / FS: FAT32 X: / q

Se il sistema operativo si avvia normalmente, non è necessario creare un'unità flash USB avviabile separata, poiché è possibile aprire la "riga di comando" dall'interfaccia del sistema operativo ed è possibile saltare i primi 9 punti dell'istruzione.

Ora rimane da capire cosa fare se Windows non può inizializzare il disco rigido da solo:

  1. Aprire l'utilità "Gestione disco" . Questo può essere fatto chiamando la riga "Esegui" (combinazione di tasti Win + R ) e digitando il seguente comando al suo interno: diskmgmt.msc

    Per applicare il comando, fare clic su "OK" o premere Invio .

  2. msc   Per applicare il comando, fare clic su OK o premere Invio

  3. Nella finestra dell'utilità, trova il disco che non è stato inizializzato. Si può trovare sulla base del fatto che tutto lo spazio libero su di esso è segnato in nero.
  4. Fare clic sull'icona del disco (non lo spazio, ovvero il disco) e selezionare l'elemento dal menu a discesa "Inizializza disco" .
  5. Fare clic sull'icona del disco (non lo spazio, ovvero il disco) e selezionare l'elemento dal menu a discesa Inizializza disco

  6. Si aprirà una finestra in cui è necessario selezionare un disco da inizializzare. C'è quasi sempre un solo disco disponibile.
  7. Di seguito è necessario spuntare uno dei punti: MBR o GPT. Si consiglia di installare l'MBR se il volume dell'unità è inferiore a 2 TB. Dopo aver selezionato l'unità, fare clic su "OK" .
  8. Dopo aver selezionato l'unità, fare clic su OK

  9. Il disco verrà inizializzato dal sistema, ma il suo spazio verrà visualizzato come non allocato, pertanto, non verrà mostrato in "Explorer" . Per risolvere il problema, fai clic con il pulsante destro del mouse sul blocco con spazio non allocato e seleziona "Crea volume semplice" dal menu di scelta rapida.
  10. Per risolvere il problema, fai clic con il pulsante destro del mouse sul blocco con spazio non allocato e seleziona Crea volume semplice dal menu di scelta rapida

  11. Si aprirà la finestra "Creazione guidata semplice volume" . Fornirà informazioni introduttive. Fai clic su "Avanti" .
  12. Fai clic su Avanti

  13. Nella finestra successiva, puoi lasciare tutto come è, dato che di default la procedura guidata segna tutto lo spazio disponibile. Se non è necessario utilizzare l'intero volume, impostare il numero desiderato di fronte a "Dimensione volume semplice (MB)" . Tutti i valori sono espressi in megabyte. 1 gigabyte: 1024 megabyte. Per utilizzare, fai clic su "Avanti" .
  14. Per utilizzare, fai clic su Avanti

  15. Specificare la lettera che verrà assegnata al disco e fare clic su "Avanti" .
  16. Nella finestra di formattazione del disco sarà necessario selezionare il file system. Si consiglia di inserire NFTS o FAT. Quest'ultimo è rilevante solo per i dischi di piccole dimensioni. Seleziona la casella accanto a "Quick Format" e fai clic su "Avanti" .
  17. Seleziona la casella accanto a Quick Format e fai clic su Avanti

  18. Come passaggio finale, ti verrà mostrato un rapporto sullo stato di avanzamento. Clicca su "Fatto" .

Opzione 3: il disco fisso non viene visualizzato nel BIOS

Questo problema si verifica in casi più gravi, poiché il BIOS visualizza tutti i dispositivi collegati per impostazione predefinita, anche se non sono visibili nell'interfaccia del sistema operativo.

Ci sono solo due motivi per cui uno difficile non è visibile nemmeno nel BIOS:

  • Errore meccanico del disco. Un sicuro segno di un problema di questo tipo è che il dispositivo emette suoni, cioè tenta di avviarsi, ma fallisce. In questo caso, tu stesso non puoi affrontare il problema. Il disco rigido dovrà essere cambiato completamente o contattare uno specialista per ripararlo. Le possibilità di salvare informazioni sono molto piccole;
  • Il disco è stato installato in modo errato. Se hai appena collegato un disco rigido, controlla la corretta installazione. Forse hai collegato il cavo o hai mescolato alcuni connettori sulla scheda madre. Questa opzione è la più sicura, dal momento che è sufficiente ricollegare l'unità;
  • Cavi danneggiati con cui il disco è collegato alla scheda madre e all'alimentazione. Eseguire un'ispezione visiva del cavo e dei contatti. In caso di danni, sostituire il cavo. Un nuovo cavo può essere acquistato in un negozio specializzato;
  • Malfunzionamento della scheda madre. Qualsiasi connettore potrebbe non essere riuscito. Prova a ricollegare il disco rigido a un altro connettore.
  • Prova a ricollegare il disco rigido a un altro connettore

Opzione 4: Il disco rigido bussa quando si lavora

Se un disco rigido produce forti suoni durante il funzionamento, significa che il suo controller ha avuto esito negativo. In questo caso, l'HDD può funzionare per un tempo più o meno stabile. Tuttavia, presto non verrà più riconosciuto dal sistema e quindi dal BIOS.
A casa, è impossibile sostituire il controller, quindi dovrai contattare il centro servizi. Tuttavia, vale la pena di valutare tutti i pro e i contro, poiché la riparazione di un controller può costare tanto (se non di più) rispetto a un disco rigido. Se hai ancora una garanzia valida, puoi richiedere una riparazione, ma molto probabilmente ti verrà offerto di sostituire questo disco con uno nuovo.

È consigliabile eseguire la riparazione solo se il disco contiene dati molto importanti, poiché dopo di esso il rischio di guasti ripetuti aumenterà notevolmente.

Opzione 5: suoni strani

Oltre a bussare, l'unità può emettere altri suoni che non sono tipici di esso, che parla anche di problemi. Tuttavia, in questo caso, è molto più difficile determinare la loro origine, poiché il problema può essere diagnosticato solo dai suoni. Ad esempio, un disco potrebbe squeak, buzz, pop, ecc. Inoltre, per i vettori di diversi produttori, lo stesso suono può comportare problemi diversi.

L'HDD che emette questi suoni potrebbe funzionare in modo stabile per un po ', ma se li noti, si consiglia di eseguire immediatamente il backup di tutte le informazioni memorizzate su di esso. Porta il disco da solo a uno specialista in modo che possa smontarlo e fare una diagnosi.

In base ai risultati della diagnostica, è possibile conoscere il costo finale delle riparazioni. Se si noleggia un disco in garanzia, la diagnostica dovrebbe essere gratuita, ma potrebbe non essere possibile ripararla e suggerire invece di sostituire l'HDD con uno simile per proprietà.

Opzione 6: il disco rigido è lento

Nel tempo, la velocità di elaborazione dei dati da parte di un disco rigido potrebbe rallentare, ma ciò non significa che non funzioni. Molto probabilmente i problemi si trovano nell'hardware e sono facili da risolvere.

I motivi più comuni che alla fine portano a un rallentamento del PC sono i seguenti:

  • Spazzatura software, ovvero dati di programmi remoti, file di sistema temporanei, ecc .;
  • Gli HDD, a differenza degli SSD, sono soggetti a frammentazione nel tempo. Se la sua percentuale è troppo alta, la velocità del dispositivo diminuirà in modo significativo. L'unica soluzione in questo caso è una procedura di deframmentazione. Questa procedura non dovrebbe essere abusata, poiché una frequente deframmentazione danneggia il lavoro dei media;
  • Autoload stipato con varie applicazioni. In questo caso, il sistema operativo verrà caricato per un tempo particolarmente lungo;
  • I sistemi operativi sono mal configurati per funzionare con l'HDD;
  • Il disco ha settori "danneggiati" e altri errori software;
  • Connessione tramite connettori obsoleti, ad esempio tramite IDE.

La soluzione a ciascuno di questi problemi è l'argomento di un articolo separato, è possibile trovare una soluzione di alcuni di essi sul nostro sito Web:
Come deframmentare il tuo disco rigido
Gestione di avvio

A causa della sua specificità, un disco rigido è un dispositivo fragile che può essere danneggiato anche se lo si agita leggermente per un po '. Pertanto, al fine di evitare guasti e altri problemi, provare a gestire il disco rigido il più attentamente possibile. La vita utile dichiarata di molti HDD è di 5-6 anni, ma può concludersi prima, quindi non dimenticare di eseguire regolarmente copie di backup di informazioni importanti o di memorizzarle su un altro disco.