Come rendere il disco di installazione multiboot. Come creare un disco DVD avviabile

  1. Immagine del disco di Windows 7
  2. Installa il programma per registrare un'immagine del disco di Windows
  3. Cosa è richiesto per il lavoro
  4. Creazione di immagini di avvio
  5. Immagini disco di avvio (IMA)
  6. Boot Disk Images (ISO)
  7. Come registrare il caricamento delle immagini in bcdw.ini
  8. Masterizza il disco di avvio
  9. CDImage
  10. Metodo di registrazione classico
  11. Per coloro che sono nel serbatoio
  12. Semplifica fino a quando non si ferma
  13. Complicare al massimo

Il disco di avvio di Windows dovrebbe sempre essere nella collezione di qualsiasi utente del computer, poiché il lavoro attivo può spesso causare errori imprevisti e guasti nel sistema operativo, che possono essere facilmente risolti se si dispone di disco di installazione "Windose".

Immagine del disco di Windows 7

Per fare lo stivale Disco DVD per Windows, dobbiamo iniziare a scaricare la cosiddetta immagine per questo disco. A proposito, è meglio non usare un disco ottico (CD / DVD), ma una scheda flash. In primo luogo, ha più capacità, il che significa che è possibile scrivere in una sola volta diverse versioni del sistema operativo. In secondo luogo, la velocità di lettura da un'unità flash è molto più veloce e pertanto il sistema verrà installato più rapidamente.

Ma l'uso di supporti ottici è più conveniente in molti casi, soprattutto quando si tratta di computer più vecchi, in cui è difficile impostare il download USB, quindi oggi parleremo di DVD.

Quindi, l'immagine del disco è un file speciale in cui è contenuta una o un'altra versione del sistema, pronta per essere masterizzata su un CD o DVD, da cui è possibile avviare l'installazione o la riparazione del sistema. Un tale file è molto facile da trovare su Internet sugli stessi torrent - inoltre, come i cosiddetti assembly "author", in cui sono stati tagliati i programmi non necessari e sono stati aggiunti, secondo gli autori, i programmi necessari. E le versioni ufficiali di Windows nella sua forma più pura. Non è consigliabile utilizzare gli assembly sul lato sinistro, poiché, tra le altre cose, un software utile, possono facilmente ottenere programmi virali che in seguito ruberanno i dati memorizzati mentre si lavora su un computer o un laptop.

Per non violare la tua licenza, devi scoprire quale versione del sistema operativo hai attualmente installato e scaricare esattamente la stessa. È necessario prestare attenzione non solo alla versione, ad esempio, Windows 7 Home Basic o Windows 7 Ultimate, ma anche alla sua capacità di scarico - 32x o 64x.

Per scoprire la tua versione, fai clic sul menu "Start", passa con il mouse sulla voce "Computer" e fai clic su di essa. tasto destro e seleziona "Proprietà"

Qui nella prima sezione vedremo la versione di Windows, e nella seconda - la profondità di bit.


Ora che sappiamo di quale sistema operativo abbiamo bisogno, vai al motore di ricerca e cerca il file immagine del disco di Windows, che ha esattamente la stessa versione. Di solito questo file ha l'estensione .ISO, .IMG o .MDF a seconda del programma in cui sono stati creati.

Installa il programma per registrare un'immagine del disco di Windows

Il prossimo passo è installare il programma necessario per scrivere sul disco della nostra immagine di Windows 7. Ce ne sono molti, ma raccomando quelli che uso io e che si sono dimostrati e allo stesso tempo sono gratuiti - Image Burn e UltraISO. Segui i link e scarica uno di loro, userò il secondo.

Anche in questa fase è necessario inserire un disco vuoto nell'unità - per Windows 7, è necessario un DVD-R, per Windows XP, un CD-R più piccolo sarà sufficiente.

Dopo aver installato ed eseguito il programma, seleziona nel menu "File> Apri" e seleziona il file della nostra immagine con Windows 7 in Windows Explorer.


Nella finestra del programma tutti i file da immagine di avvio che ora vengono aggiunti al nostro compito. Ora scegli nel menu "Strumenti> Masterizza immagine CD"


Apparirà una nuova finestra con le informazioni sulla registrazione imminente: qui è possibile vedere l'unità a cui verrà prodotta, un collegamento al file di immagine di avvio di Windows e la velocità di scrittura. Per evitare errori, assicurati di impostare la velocità al minimo, se c'è una tale opportunità, e anche spuntare l'opzione "Verifica", in modo che dopo aver bruciato il programma controlla se tutti i file sono stati copiati correttamente sul disco.


Se qualcosa non è chiaro, non esitate a chiedere nei commenti!

In molti casi, vengono utilizzati i dischi di avvio (o i CD con un'area di avvio):

  • modificare i parametri (formattazione) di un disco rigido già utilizzato o contrassegnarne uno appena acquistato;
  • installare il sistema operativo;
  • in caso di guasto nel funzionamento del sistema operativo (fino al mancato caricamento del tutto);
  • quando si ripristina un sistema da un'immagine (ad esempio, Norton Ghost);
  • tentare di recuperare la password dell'amministratore "dimenticata";
  • così come in molti altri casi.

Esiste un numero enorme di BootDisks già pronti - i dischetti di avvio e molti programmi (ad esempio, lo stesso PartitionMagic) hanno la funzione di creare il proprio floppy di avvio. Di conseguenza, abbiamo un sacco di vari boot floppy (spesso raddoppiati per eseguire un programma) o CD di boot già pronti (acquistati), e non sempre ricordiamo esattamente su quale dei due viene eseguito.

Ero interessato a due domande principali:

  • avere diverse opzioni per l'avvio da un CD;
  • avere un'immagine di avvio più grande di un disco floppy standard 1440 KB.

La possibilità di risolvere entrambi questi problemi in una sola volta è fornita dal boot manager di Bootable Wizard . Questo è un tipo di menu di avvio "designer", in cui la scelta dell'opzione di avvio.

Cosa è richiesto per il lavoro

Naturalmente, il "progettista" BCDW, distribuito gratuitamente. Attualmente, due versioni di BCDW, 1.50z e 2.0a1, sono solitamente menzionate sulla rete. Sul sito Web ufficiale di BCDW, è possibile scaricare solo 1,50z. La versione 2.0a1 è in stato di rilascio alfa e non è stata presentata ufficialmente, tuttavia è disponibile online. Dal momento che è funzionalmente superiore a 1,50z (in particolare, supporta il download di alcune immagini ISO e Windows XP SP2), molte persone usano 2.0a1. Scarica la versione 2.0a1 tramite un collegamento diretto dal nostro sito Web: nell'archivio 7-zip (84 kb) o nel file Zip (303 kb). Questo articolo discute i file di configurazione BCDW 2.0a1 , ma la maggior parte delle attività potrebbe essere risolta con la versione 1.50z.

Con queste impostazioni del file bcdw.ini , puoi scegliere tra cinque opzioni per l'avvio da un CD, l'avvio da Flopper o il normale avvio bypassando il Menu, dal disco rigido, e se non tocchi la tastiera, quest'ultima si verifica automaticamente dopo 10 secondi.

Tutti i dati di testo possono essere modificati arbitrariamente. Se si desidera eseguire il pull in diverse finestre di menu (posizione, dimensioni, sfondo e colori lettera) - leggere la descrizione del file bcdw.ini in Manuale completo (se ti sei preso la briga di scaricarlo) o sul sito web. Ecco le opzioni dei partecipanti alla conferenza OSZone:

Le sezioni di ciascuna opzione sono raccolte in un unico file di testo.

Creazione di immagini di avvio

Le immagini di avvio comunemente utilizzate sono floppy disk (IMA) o dischi (ISO).

Immagini disco di avvio (IMA)

Se non ci sono immagini pronte, supponiamo di avere un dischetto di avvio e WinImage.

Inseriamo un disco floppy nel computer, selezioniamo l'unità A: in WinImage , leggiamo il dischetto e lo salviamo su un'immagine (con l'estensione * .IMA). La descrizione con le immagini è di nuovo disponibile nel manuale completo o sul sito web. Se questi dischetti sono DUE - l'immagine viene creata dal primo dischetto, il formato dell'immagine viene modificato in 2880 KB e tutti i file (sostituendo quelli corrispondenti) dal secondo dischetto vengono trasferiti nella finestra dell'immagine. Nel processo è opportuno "leggermente" correggere la descrizione del download. Ad esempio, per i dischetti del pacchetto PartitionMagic dal file AUTOEXEC.BAT, è possibile eliminare completamente le linee

ECHO.
ECHO Inserire il disco PartitionMagic 2
ECHO.
ECHO.
ECHO *** Premi qualsiasi tasto per continuare ***
ECHO.
PAUSA> NUL

non è più necessario attendere la sostituzione del secondo dischetto.

Per creare un'immagine di dimensioni arbitrarie, mi sembrava il modo più semplice di prendere disco rigido (qualsiasi vecchia dimensione che viene a portata di mano), contrassegnare la sua prima partizione come attiva e impostare la dimensione a 700 MB (e molto altro?), trasferirla correttamente file di sistema dal dischetto di avvio ( Sys A: C :) , copia gli altri file dal dischetto di avvio, quindi esegui il dump di TUTTO ciò che vorrei vedere dopo l'avvio: driver e mouse per CD, programmi di test DOS, NTFS Viewer, Norton Comander, insieme a tutti gli archivisti (ZIP, RAR, ARJ, LHA, ICE e altri animali esotici), e nonostante il DOS Navigator in generale, le dimensioni totali hanno smesso di preoccuparci di noi. Ora, avendo collegato questo disco fisso come quello principale, riavvia il computer da esso e produci installazione completa applicazioni insieme a Impostazioni generali e il menu NC (o un altro file manager). Non sarebbe male inserire una riga nel file AUTOEXEC.BAT

in caso contrario, molti programmi DOS non verranno eseguiti da un CD, anche se potrebbero non funzionare dischi rigidi e anche l'unità C: stessa è etichettata come NTFS.

Quindi cariciamo in modalità normale, collegando questa vite a quella principale, prendiamo la stessa WinImage (ora ci interessa la sua modalità Professional ) e, puntandola a questa partizione da 700 MB, realizziamo un'immagine dell'intera partizione, salvandola come * .IMA. La dimensione dell'immagine risultante è di 700 MB. Se WinImage è impostato su " Disconnect part size inaccettabile ", la dimensione del file immagine sarà determinata solo dalla dimensione dei file che lo compongono (nel mio caso - circa 8 MB), ma è possibile aggiungere altri file a questa immagine fino alla sua dimensione massima, 700 MB. Non sarebbe male eseguire l'operazione " Deframmenta l'immagine attuale " - quindi il suo volume sarà ancora più piccolo.

Boot Disk Images (ISO)

Per avviare da ISO è necessario BCDW 2.0a1, ma non è assolutamente possibile caricare immagini ISO. Le immagini di avvio possono essere trovate sul Web (ad esempio, memtest) o create dall'utente utilizzando WinImage (Disco - Crea immagine ISO CD-ROM). In questo modo, ad esempio, è possibile creare immagini ISO dei dischi di avvio di Acronis True Image e Direttore disco Suite.

In generale, BCDW riconosce un'immagine non per estensione, ma per contenuto. Quindi puoi rinominare le estensioni di tutte le tue immagini in * .APO .

Come registrare il caricamento delle immagini in bcdw.ini

Resta solo da mettere tutte le loro immagini risultanti in una cartella e apportare le modifiche appropriate nella sezione del file bcdw.ini , mettendo i nomi delle loro opzioni di avvio e brevi descrizioni di queste opzioni. Probabilmente hai già indovinato come si fa guardando il codice qui sopra. Solo nel caso, spieghiamo il formato:

; il percorso per l'immagine; nome; descrizione
; ^ - avanzamento riga
\ img \ Quicker.IMA; Dischetto di sistema DOS 7.10; ^ Caricamento veloce senza fronzoli
\ img \ memtest.iso; memtest; ^ Indispensabile per test approfonditi RAM (RAM)

Tutto. Pronto per la registrazione.

Masterizza il disco di avvio

Considereremo la creazione Immagine ISO Utility CDImage, anche un metodo classico per registrare un disco di avvio utilizzando programmi come Nero o Easy Media Creator. Si consiglia di indulgere un paio di volte con un CD-RW riscrivibile, in modo da non correre dal balcone verso i dischi CD-R monouso danneggiati all'orizzonte.

Per cominciare, metti le cartelle e nella radice del progetto Boot Disk .

CDImage

Più CDImage è discusso nell'articolo Creare un ISO / CD avviabile. Il kit, che può essere scaricato dal nostro sito, include tutto il necessario per creare un'immagine di un disco multiboot basato su BCDW (eccetto per BCDW, che è necessario scaricare separatamente). Il set include il file Create_ISO_BCDW.cmd , in esecuzione sul quale si otterrà l'immagine ISO desiderata. Diamo un'occhiata più da vicino al file aprendolo in un editor di testo:

@ spegnere
TITOLO Creazione dell'immagine ISO del progetto BCDW
ECHO.

:: Specificare il percorso della distribuzione (disco creato da file)
SET DISTRO = C: \ XPCD

:: Scegli dove creare l'immagine ISO risultante
SET OUTPUT = C:

:: Specifica l'etichetta del volume (senza spazi!)
:: Verrà utilizzato come nome dell'immagine ISO.
SET LABEL = MULTIBOOT_BCDW
:: Elenco etichette standard
:: Windows XP http://www.tacktech.com/display.cfm?ttid=342
:: Windows 2003 http://www.tacktech.com/display.cfm?ttid=355

:: Rimozione degli attributi del file
ECHO Rimozione di eventuali attributi su% DISTRO% e le sue sottocartelle ...
attrib -R -H "% DISTRO%" / S / D
ECHO.

:: Creazione di ISO
ECHO Creazione ISO ...

:: Si presume che la cartella con BCDW si trovi nella radice del disco creato.
:: Modificare il percorso del bootloader (.bin) se necessario.

:: Per BCDW 2.0a1
CDIMAGE.EXE -l "% LABEL%" -h -j1 -oci -m -b "% DISTRO% \ bcdw \ loader.bin" "% DISTRO%" "% OUTPUT% \% LABEL% .ISO"

:: Per BCDW 1.50z
:: CDIMAGE.EXE -l "% LABEL%" -h -j1 -oci -m -b "% DISTRO% \ bcdw \ bcdw.bin" "% DISTRO%" "% OUTPUT% \% LABEL% .ISO"
ECHO.

PAUSE
EXIT

È necessario specificare dove si trovano i file di progetto (il predefinito è C: \ XPCD) e in cui si desidera salvare l'immagine risultante (l'impostazione predefinita è la directory principale dell'unità C). È anche possibile modificare facilmente l'etichetta del volume sul proprio. Supponiamo che la cartella contenente il loader si trovi nella root del progetto. Se hai posizionato la cartella in una posizione diversa, modifica il percorso del bootloader. Fa doppio clic sul file Create_ISO_BCDW.cmd Creazione ISO immagine. Questo è probabilmente il metodo più semplice e affidabile per creare un disco di avvio.

Metodo di registrazione classico

Specifichiamo il file loader.bin come immagine di avvio, si trova con noi (in modo da non cercarlo ogni volta) nella cartella. (Nota: questo è un bootloader 2.0a1, per 1.50z, specificare bcdw.bin ). Non preoccuparti, è davvero l'intero DUE Kilobyte. Il file initest.bat non è necessario qui.

Tutto ciò che può essere messo nello spazio rimanente fino a quando il CD-R è pieno.

C'è una trappola qui: non tutti i programmi di registrazione di CD hanno le impostazioni necessarie (ad esempio, Small CD-Writer non è adatto ai nostri scopi). Nelle impostazioni di registrazione, è OBBLIGATORIO specificare i parametri " Modalità emulazione " = " Senza emulazione " e " Numero di settori da caricare " = 4 . Se ciò non avviene, con una registrazione standard di oltre 100 MB di informazioni su un CD, questo tipo di settore di avvio si rifiuta di funzionare. Tuttavia, meno di 100 MB - funziona, anche quando si registra tramite Small CD-Writer .

Per coloro che sono nel serbatoio

Le impostazioni (con immagini) per Nero, CDRWin, WinOnCD, Easy CD Creator, Instant CD + DVD, CDImage o mkisofs si trovano tutte nella stessa guida completa o sul sito Web di BCDW.

Se non sei stanco, allora abbiamo ancora qualcosa da dire che sei due esempi che dimostrano l'uso di BCDW in condizioni reali.

Semplifica fino a quando non si ferma

Se è presente una sola immagine di avvio, non è necessario il multiboot (ad esempio, è necessario creare un'immagine di avvio dell'intero disco rigido o solo una delle sue sezioni, se ovviamente non è superiore al volume di un CD-R), i file BCDW INI praticamente degenerano.

L'immagine * .GHO preparata dell'intero disco rigido stesso (o solo una delle sue partizioni) viene trasferita direttamente alla radice dell'immagine di avvio No_Ghost.IMA (qui è necessario esattamente la stessa immagine da 700 MB).

Scriviamo su CD-R una cartella in cui si trovano due file bcdw.ini e loader.bin (le cartelle non sono necessarie qui) e una cartella in cui si trova il solo file No_Ghost.IMA . Usiamo lo stesso file loader.bin come immagine di avvio.

Avvia da CD-Rom. Nessun menu di selezione degli input, Norton Ghost viene caricato immediatamente, e tu ridi, ma il file * .GHO (non una bella dimensione) è proprio sull'unità A: \ . Ovviamente puoi anche sbarazzarti delle cartelle, ma probabilmente è troppo ...

Complicare al massimo

In questo articolo, ad esempio, viene preso un disco con cinque diverse opzioni di avvio. Se non sei modesto e continui ad aggiungere opzioni, per vederle tutte, devi scorrere il menu a lungo. In una situazione del genere, sorge inevitabilmente una domanda su un sistema di navigazione dei menu più conveniente. È possibile risolvere il problema creando una struttura ad albero del menu .

Diciamo che le opzioni di avvio possono essere suddivise in diverse categorie: installazione di sistemi operativi , test di stabilità dei componenti , ecc. Quindi puoi visualizzare queste categorie nella prima schermata. L'utente, dopo aver scelto una categoria, passerà direttamente a diverse opzioni di download.

Ad esempio, selezionando Creazione e modifica delle partizioni HDD , arriviamo al sottomenu contenente PartitionMagic e Disco Acronis Direttore

L'implementazione è ancora più semplice che spiegare con le parole. Tutto quello che devi fare è in bcdw.ini specificare il percorso del file INI corrispondente che definisce il contenuto del menu. Il formato di questo file INI è esattamente lo stesso di quello di bcdw.ini . Nell'esempio sopra descritto, abbiamo qualcosa di simile al seguente (solo le sezioni sono fornite, poiché il resto sarà lo stesso, e le descrizioni delle opzioni di avvio sono prese arbitrariamente e potrebbero non corrispondere completamente allo screenshot).

bcdw.ini


\ bcdw \ OSInstal.ini; Installazione di sistemi operativi; ^ Descrizione.
\ bcdw \ Test.ini; Test di stabilità dei componenti; ^ Descrizione.
\ bcdw \ PrtRstrk.ini; Creazione e modifica delle partizioni HDD; ^ La descrizione.

OSInstal.ini


\ i386 \ setupldr.bin; Windows XP Pro Regular; ^ Installazione regolare di Windows XP Professional.
\ i386 \ setupld1.bin; Windows XP Pro non presidiato; ^ Installazione automatica di Windows XP Professional.

Test.ini


: Ritorno; Ritorna al menu precedente
\ img \ memtest.iso; memtest; ^ Indispensabile per test approfonditi della RAM (RAM)

PrtRstrk.ini


: Ritorno; Ritorna al menu precedente
\ img \ Part_Mag.IMA; PartitionMagic e BootMagic 8.0; Ti permette di cambiare, dividere, unire e convertire sezioni.
\ img \ adds_10.iso; Acronis Disk Director; ^ Lo stesso ma già su Linux, gli algoritmi sono più ottimizzati.

L'annidamento del menu non è limitato a due livelli. A qualsiasi menu, puoi associare un sottomenu. La cosa principale - non essere coinvolti e non complicare la navigazione più del necessario. Naturalmente, per ogni menu è possibile creare il proprio layout.

La discussione della Procedura guidata CD di avvio viene eseguita alla conferenza OSZone.

E molto altro?
Cfm?
Cfm?